Carnevale dei ragazzi a Sant’Eraclio, ecco le gigantesche creazioni allegoriche

 
Chiama o scrivi in redazione


Carnevale dei ragazzi a Sant’Eraclio, ecco le gigantesche creazioni allegoriche

In attesa che la Commissione giudicatrice del Premio “Alfio Pace” dopo la terza valutazione emetta a tarda sera il suo insindacabile verdetto tanto atteso dai sei Cantieri (We Can, I Matti, Area 51, I Plus, Flash Back, Cartoons) le gigantesche creazioni allegoriche (“Wonder Greta”, “Plastica in mare? No grazie”, “2000evo chi non sa si salverà” “Aladino e il tappeto volante” “Creature Leggendarie” “Saloon”) e le sgargianti e variopinte maschere hanno riscosso domenica 23 febbraio nel pomeriggio, un notevole gradimento popolare nel terzo ed ultimo Corso mascherato della 59esima edizione del “Carnevale dei ragazzi”.

A Sant’Eraclio il Carnevale, periodo più pazzo dell’anno, è l’unico antidoto allo stress quotidiano, una pozione i cui principi attivi dalla trasgressione alla goliardia con un’abbondante dose di ironia, sarcasmo, umorismo e un pizzico di follia sono stati sapientemente miscellati dagli abili cartapestai, mastri ferraioli, geniali bozzettisti, offrendo alla gente che si è riversata tra le vie della popolosa frazione folignate dei salutari benefici.

Non è mancato nell’antico borgo del Castello dei Trinci lo spettacolo teatrale itinerante promosso dall’Academy Circus “Aspettando Svetlanka”. All’imbrunire a partire dalle ore 19 forti emozioni, scintillanti e brillanti sorprese sono state vissute con lo spettacolo pirotecnico “La Gabbia di Fuoco”. Nella “Città del Carnevale” i fantasmagorici fuochi d’artificio hanno dato vita ad una cascata di luci folgoranti che si sono materializzati all’improvviso regalando momenti mozzafiato. In tempo di social un’ultima chicca, il professore Ugo Lucidi ha pubblicato sul profilo personale di You Tube il catalogo delle opere esposte dagli artisti che hanno partecipato alla “Collettiva di Arte contemporanea”.

Martedì 25 febbraio al Centro Commerciale “Piazza Umbra” ultima occasione per vedere l’enorme scultura in cartapesta del toro “Ferdinand” realizzata dall’artista folignate Stefano Emili che si e avvalso della preziosa collaborazione del “Carnevale dei Ragazzi”. Alle ore 17 verranno inoltre proposti, giochi, animazioni, baby dance, laboratorio creativo e truccabimbi. Nella Taverna dell’Aquila Nera del rione Pugilli l’Osteria del Carnevale promuoverà il 25 febbraio una “Cena in maschera”. Gli organizzatori spronano i numerosi avventori buongustai a indossare le maschere più originali e a festeggiare insieme allo staff del celeberrimo spazio enogastronomico il martedì grasso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*