Il carnevale dei ragazzi realizzerà un carro allegorico dedicato ai 100 anni del Giro d’Italia

Al cantiere “I Matti” il quarto trofeo “Alfio Pace”

Il carnevale dei ragazzi realizzerà un carro allegorico dedicato ai 100 anni del Giro d’Italia

Il carnevale dei ragazzi realizzerà un carro allegorico dedicato ai 100 anni del Giro d’Italia FOLIGNO – Mentre il pubblico era in spasmodica attesa del fantasmagorico spettacolo pirotecnico “La Gabbia di Fuoco” che avrebbe concluso il terzo corso mascherato della 56esima edizione del “Carnevale dei ragazzi”, lo staff organizzativo della rassegna presieduto da Fabio Bonifazi ha svelato un asso nella manica, un’ eclatante novità nella storia della rassegna.

Lo speaker della kermesse carnascialesca ha annunciato che gli abili mastri cartapestai, senza sosta, si metteranno nuovamente al lavoro nel Laboratorio dei Carri Allegorici “Fabrizio Biagetti” nei prossimi tre mesi per realizzare, con la maestria, l’ arte e la professionalità rinomata in tutta l’Umbria da oltre mezzo secolo, una gigantesca creazione allegorica di cartapesta  con l’intento di  omaggiare la centesima edizione del “Giro d’Italia”.

Martedì 16 maggio per il terzo anno consecutivo la carovana rosa tornerà nella città della Quintana e transiterà da Foligno a Montefalco durante la decima tappa “Sagrantino Stage”.  Si tratta di una cronometro individuale di 39 chilometri perfettamente pianeggiante nella prima parte, vallonata nella seconda e in falsopiano nella terza. A metà si supera un breve strappo seguito da un’ampia discesa. Due i rilevamenti cronometrici intermedi. Al termine della sfilata nel tardo pomeriggio il presidente Fabio Bonifazi ha consegnato a Valentina Tosti in rappresentanza del cantiere “I Matti” il quarto trofeo “Alfio Pace”, per la realizzazione del carro allegorico “La Trump…vata” e della mascherata composta da Zio Sam, Cheerleaders, Messicani, Statua della Liberta’.

L’ambito riconoscimento e stato ideato dalla famiglia Lupparelli per fare memoria del congiunto, indimenticato presidente dell’ente carnevalesco negli anni ’70 e ’80. Al cantiere vincitore sono stati attribuiti dalla commissione giudicatrice 582 voti Al secondo posto in classifica e giunto il cantiere Flash Back con 556 consensi e al terzo il cantiere “Yes we can” con 553 punti. E risultato vincitore il cantiere che ha saputo meglio interpretare sia l’estetica del carro, la corrispondenza con il soggetto scelto, la bellezza scenografica e la coreografia della mascherata piu briosa e coinvolgente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*