Quintana, presentato il nuovo Furente di Contrastanga

Prime dichiarazioni e poi pranzo in gialloblu per Riccardo Raponi, accolto dal grande entusiasmo di tutti i popolani

mde

Quintana, presentato il nuovo Furente di Contrastanga

FOLIGNO – Tripudio gialloblu per il nuovo cavaliere del Contrastanga. Presentazione, domenica mattina a Foligno, per Riccardo Raponi. Il neo Furente è stato accolto con grande entusiasmo dai tantissimi rionali che hanno affollato la Sala del Consiglio e dei Palii di via Piermarini. E’ stata proprio la taverna delle “Sette Selle” a fare da sfondo alla presentazione ufficiale di colui che dalla prossima Quintana di giugno vestirà i colori del Contrastanga.

Ventiquattrenne originario di Recanati, Riccardo Raponi ha già corso a Foligno, esordendo con il Cassero. Poi, lo scorso anno, il giovane cavaliere ha difeso i colori del rione Croce Bianca.

“E’ iniziato un nuovo percorso condiviso che parte con Riccardo Raponi – ha affermato il priore del Contrastanga, Francesco Felicioni -. Il nostro nuovo portacolori ha dimostrato di potersela giocare con tutti e, cosa non da poco, ci ha messo del suo per correre la Quintana con noi. Spero che il nostro rione lo ricambierà con grande affetto: questo per noi è un momento di ricostruzione”.

Il responsabile tecnico del progetto arriva da Ascoli Piceno ed è Guido Crotali. Con lui dalle Marche arriva anche il supporto dato dalla scuderia di Massimiliano Ferri.

“Sono contentissimo di questa nuova avventura – ha detto il nuovo portacolori gialloblu -. Abbiamo una scuderia con cavalli promettenti e speriamo sarà un anno pieno di emozioni”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Guido Crotali: “Ringrazio tutti per questa esperienza. Per noi di Ascoli la Quintana di Foligno è da sempre molto ambita e sarà un onore lavorare per questo rione e per questa manifestazione. Con Riccardo siamo già partiti alla grande e stiamo lavorando bene”.

La presentazione si è conclusa con il priore Francesco Felicioni che ha donato al nuovo cavaliere e allo staff tecnico il fazzolettone rionale. Poi, tutti a pranzo in una fredda domenica di febbraio scaldata dai cori e dall’entusiasmo del popolo gialloblu.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*