Economia, Paparelli: “Chiusa positivamente vertenza forno Nocera Umbra di Foligno”

Secondo l’accordo il Gruppo Beddini riassumerà, a partire dalla data di stipula del contratto di affitto, 18 lavoratori di cui almeno 3 fra quelli attualmente in cassa integrazione in deroga

Economia, Paparelli: “Chiusa positivamente vertenza forno Nocera Umbra di Foligno” FOLIGNO – “Si è conclusa positivamente la vertenza relativa alla società  Forno Nocera Umbra di Foligno e Ipaf snc grazie all’accordo sottoscritto,  ieri,  tra azienda e sindacati  nel corso del tavolo di crisi che si è tenuto in Regione”: lo ha annunciato l’assessore allo sviluppo economico della Regione Umbria,  Fabio Paparelli.  “La manifestazione di interesse presentata dal Gruppo Beddini, che entro il 1 maggio 2017 stipulerà un accordo commerciale con la famiglia Tomassini per l’affitto dei rami di azienda da parte delle due società operative,  è stata ritenuta dalla proprietà quella più utile e confacente a garantire la prosecuzione  delle attività industriali e commerciali – ha spiegato Paparelli”.

Secondo l’accordo il Gruppo Beddini riassumerà, a partire dalla data di stipula del contratto di affitto, 18 lavoratori di cui almeno 3 fra quelli attualmente in cassa integrazione in deroga. Per i lavoratori che resteranno in capo al Forno Nocera Umbra, quest’ultima presenterà richiesta di cassa integrazione straordinaria a seguito di apposito accordo sindacale. Nell’ambito dei 36 mesi previsti per la realizzazione del piano industriale,  il Gruppo Beddini si impegna infine, in caso di assunzione di nuovo personale, a  valutare in prima istanza  la riassunzione dei lavoratori ancora in forza a Forno Nocera Umbra.

Soddisfazione per l’accordo raggiunto è stata espressa anche dall’Assessore allo sviluppo economico del Comune di Foligno Giovanni Patriarchi, che ha seguito da tempo la vicenda d’intesa con l’amministrazione regionale, a cui rivolge il proprio ringraziamento per il lavoro svolto. L’assessore ritiene “importante aver portato a compimento un piano che riesce a dare risposte sul piano occupazione, oltre che nuove prospettive di sviluppo ad un marchio storico del territorio folignate,  rilevato da un’altra importante azienda locale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*