Circa 100 persone al primo appuntamento di Foligno C.&C.

da Roberto Testa
Un centinaio di cittadini di tutte le età ha partecipato questa mattina al primo dei 12 appuntamenti domenicali (uno al mese) di “Foligno C.&C.” (acronimo di Cammina e Conosci), un progetto che unisce attività salutistica, conoscenza di luoghi (monumenti, palazzi, personaggi, chiese e musei) del centro storico e ascolto di musica dal vivo.

Si tratta di un’iniziativa inedita a livello nazionale, organizzata dall’Associazione Uisp, Orme – “Camminare Liberi” di Foligno, in collaborazione con l’Orchestra Giovanile dell’Umbria, con l’Istituto comprensivo ad indirizzo musicale “Gentile da Foligno”, con la Cooperativa Sociale “Filottete”e con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Foligno.

Due gli argomenti odierni, legati ad importanti anniversari storici: Dante Alighieri, del quale ricorre il 750° anniversario della nascita e il rinascimentale Palazzo Orfini su piazza della Repubblica, dove nel 1472 fu stampata per la prima volta al mondo la Divina Commedia, la cui facciata è datata, come è leggibile sul portale, MDXV, cioè 500 anni fa.

Dopo il ritrovo al parcheggio di Piazzale R. Atria, sono stati il vice sindaco di Foligno, Rita Barbetti, il Presidente dell’Associzione Orme Camminare Liberi, Rodolfo Cherubini e la guida turistica Cristina Di Cammillo, ad accogliere e ad intrattenere su piazza della Repubblica i partecipanti all’iniziativa.

Il vice sindaco Barbetti ha sottolineato il valore culturale di Foligno C&C e per questo 750° anniversario ha inteso donare ai presenti la riproduzione della prima e dell’ultima pagina della Divina Commedia stampata a Foligno nel 1472 con a fianco l’immagine di Dante Alighieri dipinta da Sandro Botticelli.

Cristina Di Camillo ha quindi illustrato le ragioni che portarono lo stampatore tedesco Giovanni Numeister e lo zecchiere pontificio Emiliano Orfini ad intraprendere il progetto di stampa del capolavoro dantesco.
A partire da quel loro incontro avvenuto a Roma, in via delle Coppelle, come pubblicato nel 1991 dal dott. Massimo Stefanetti nel suo articolo “Dante e Gabriele”, che riprese uno scritto di Gabriele D’Annunzio.

Dopo una breve descrizione del Palazzo Orfini e della sua elegante facciata, datata MDXV (1515), Cristina Di Camillo ha condotto i partecipanti ad una breve vita al piano terra del Museo della Stampa, dove ha illustrato l’importanza delle cartiere di Pale e della Valle del Menotre per la nascente industria editoriale della penisola, a partire dalla seconda metà del ‘400.

Ha fatto seguito una passeggiata di gruppo di circa un’ora per le vie del centro storico, che si è conclusa all’interno degli Orti Orfini, dove i partecipanti hanno potuto degustare cioccolato caldo, offerto dallo chef Nazzareno Brodoloni per conto della dalla Cooperativa Filottete.
Quindi, il momento musicale all’interno del ristorante trasformato per l’occasione in auditorium.

Presentati dalla vice preside Alessandra Placidi, i ragazzi della Scuola Media Gentile da Foligno (al violino) Miriam Governatori, Noemi De Angelis, Rebecca Siena, Sofia Scarpetta e Francesco Cherubini, accompagnati alle tastiere dalla prof. Daniela Rossi, hanno eseguito alcune musiche e danze popolari irlandesi, raccogliendo numerosi applausi.

Il primo incontro di “Foligno C&C.” ha avuto termine alle ore 11,15, dopo aver coniugato in poco più di due ore: attività salutistica, conoscenza urbana e ascolto musicale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*