Un’ altra parata da record per il carnevale dei ragazzi di Sant’Eraclio di Foligno

UNA MOLTITUDINE DI TURISTI HA FATTO DA CORNICE AL CAPOLAVORO DI ALLEGORIE

Un’ altra parata da record per il carnevale dei ragazzi di Sant'Eraclio di Foligno

Un’ altra parata da record per il carnevale dei ragazzi di Sant’Eraclio di Foligno
da Andrea Piermarini
FOLIGNO – Un’altra sfilata da record quella di domenica 19 febbraio per le sei gigantesche creazioni di cartapesta del “Carnevale dei ragazzi” svoltasi a Sant’Eraclio. Una moltitudine di turisti hanno nuovamente fatto da cornice a quel capolavoro di allegorie, suoni, colori, spettacolarizzazioni, eccellenze gastronomiche, che è la kermesse carnascialesca più rinomata dell’Umbria. All’ insegna dell’ironia, sarcasmo, trasgressione, fantasia e puro divertimento.  “Masha e Orso” e “Pokemon Go” hanno entusiasmato i numerosi bambini presenti. Hanno destato ilarità e preoccupazione un Trump versione Rambo ne “La Tramp…vata” e fatto riflettere un sole che cerca di farsi largo tra le ciminiere che sbuffano fumi pestilenziali ne “Le Polveri Sottili”.

Si è sottolineata la rivincita dell’ecosistema nei confronti dell’uomo devastatore in “Madre Natura e i quattro elementi”. Sant’Eraclio con l’allegoria “False illusioni” denuncia la società che omologa gli individui che offrono a loro volta nella quotidianità atteggiamenti subdoli per il raggiungimento dei loro scopi.

La parata è stata inaugurata dalla Marching Band “La fabbrica del Ritmo” che nasce dalla sinergia tra il Carnevale e l’Istituto comprensivo “Galilei”, con la direzione artistica del maestro Stefano Baroni e della professoressa Maria Rosaria Simeoni che ha avuto l’onore di inaugurare la Marcia della Pace Assisi – Perugia. Briosi e variopinti Zio Sam, Cheerleaders, Messicani, Pokemon, Masha, Orso, Soli, Diavoli, Mani, e marionette giganti hanno folleggiato allegramente coinvolgendo il pubblico nelle loro coreografie e nelle loro estemporaneità.

Se il Carnevale è cosi spettacolare lo si deve alle collaborazioni con l’Oratorio “don Mariano”, con la cooperativa “La Locomotiva”, con l’Istituto comprensivo “Galilei” Foligno 3, con l’Istituto professionale “Orfini”. Il Carnevale svolge anche una funzione sociale nei confronti delle persone con difficoltà psichiche e motorie ospitandole nel Laboratorio carri “Biagetti” per degli stage di lavorazione della cartapesta.

E’ continuato anche quest’anno il consolidato rapporto con il Centro Accoglienza Diurno di Sterpete.

Nel pomeriggio sul palco di Piazza Fratti è stata apprezzata la band “Secondo Modo” che con il loro repertorio ha allietato i presenti. Nei suggestivi vicoli e piazzette del borgo del Castello dei Trinci di Sant’Eraclio il pubblico si e appassionato alle vicende de “La Susanna Liberata” originale musical messo in scena dall’ Academy Circus. All’imbrunire a partire dalle 19,30 tutte le sere nel caratteristico spazio enogastronomico dell’Osteria che resterà aperto sino al martedì grasso 28 febbraio, sono sempre più numerosi gli avventori che degustano le specialità culinarie umbre annaffiate da buon vino.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*