Trevi, al Teatro Clitunno riparte la stagione di prosa

 
Chiama o scrivi in redazione


Trevi, al via stagione di prosa 2021

Trevi, al Teatro Clitunno riparte la stagione di prosa

La rassegna curata da Fontemaggiore Centro di Produzione Teatrale in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Trevi

Con la riapertura dei teatri riparte la stagione di prosa del Teatro Clitunno di Trevi, curata da Fontemaggiore Centro di Produzione Teatrale in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Trevi. Una stagione molto attesa, che negli anni ha saputo crescere e sviluppare un’offerta culturale di alta qualità, presentando molte delle eccellenze della scena italiana e conquistando un pubblico sempre più ampio.

Si parte venerdì 11 giugno con “Totò e Vicé”: storia di due clochard legati da un’amicizia indissolubile, è uno spettacolo di una bellezza delicata e poetica interpretato da Enzo Vetrano e Stefano Randisi, due volte Premio dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro.

Venerdì 18 giugno va in scena “La scuola non serve a nulla”. Antonello Taurino, professore precario di giorno e attore comico di sera, ci conduce in un tragicomico quanto attualissimo viaggio nel mondo della scuola degli ultimi anni.

Venerdì 25 giugno si chiude questa prima parte di stagione con un grande attore del cinema e del teatro italiano: Ninni Bruschetta nello spettacolo “Il mio nome è Caino”, tratto dall’omonimo romanzo di Claudio Fava, dà corpo e voce ai pensieri di un sicario mafioso.

Il programma prosegue con un appuntamento estivo molto particolare: nei giorni 30-31 luglio, 1-6-7 e 8 agosto andrà in scena “F.I.A.B.E. Follow Immagination And Be Enchanted”. Lo spettacolo, creato da Fontemaggiore, è un sorprendente viaggio nel Teatro Clitunno creato per raccontarne la storia, i segreti e per godere da una prospettiva privilegiata e insolita di tutto il suo fascino.

La stagione riprende il 17 settembre con un’altra protagonista della scena italiana: Mariangela D’Abbraccio interpreta Andrea Camilleri in “Ora dimmi di te. Lettera a Matilda”. Il primo ottobre ancora un bravissimo attore, Arcangelo Iannace, in “Kamikaze napoletano”, storia tragicomica e intensa di un kamikaze di casa nostra.

Il 15 ottobre è la volta di “Drammatica elementare” dei Fratelli Dalla Via, uno spettacolo divertente e originalissimo in cui si mette sottosopra il vocabolario italiano cercando un nuovo modo di rinominare il mondo. Si chiude venerdì 22 ottobre con la Piccola Compagnia Dammacco in “Spezzato è il cuore della bellezza” con protagonista Serena Balivo, Premio Ubu miglior attrice under 35: uno sguardo profondo sull’Amore attraverso la convivenza di tragedia e umorismo.

Con questa stagione teatrale si conclude anche la direzione artistica di Stefano Cipiciani che con passione e intuito negli anni ha saputo riconoscere e sostenere innumerevoli nuovi talenti, presentandoli in tempi non sospetti nelle stagioni teatrali di Fontemaggiore. Dopo una vita dedicata al teatro e tanti anni alla presidenza di questa importante realtà umbra riconosciuta a livello regionale e nazionale, Cipiciani è giunto a fine carriera e passa il testimone a Beatrice Ripoli, anch’essa figura portante di Fontemaggiore. Attrice, regista e formatrice, responsabile della scuola di teatro Mutazioni, Beatrice Ripoli è già impegnata a proseguire l’instancabile lavoro di diffusione e promozione del teatro che caratterizza Fontemaggiore fin dalla sua fondazione.

Ulteriori informazioni su: www.fontemaggiore.it – Facebook: Teatro Fontemaggiore

Prenotazione spettacoli: l’ingresso è contingentato in osservanza dei regolamenti vigenti, pertanto è consigliata la prenotazione con messaggio Whatsapp al numero 353 4275107 entro le ore 13 del giorno di spettacolo.

Il messaggio dovrà riportare:

– titolo dello spettacolo

– nome e cognome

– numero dei posti richiesti

– indicare se le persone prenotate sono congiunte e quindi possono occupare posti vicini tra loro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*