Valtopina celebra l’eccellenza del territorio, il tartufo

Valtopina celebra l’eccellenza del territorio, il tartufo

È in festa il borgo di Valtopina che con la Mostra mercato del tartufo celebra la vocazione enogastronomica del territorio. Sabato 26 novembre è stata inaugurata la XL edizione della manifestazione, organizzata con il contributo del Gal Valle Umbra e Sibillini e dedicata quest’anno al riconoscimento Unesco della Cerca e cavatura del tartufo in Italia a patrimonio culturale immateriale dell’umanità.

Proprio di questa tematica si è parlato durante uno dei momenti di approfondimento della prima giornata dell’evento. Durante il dibattito si è anche discusso di valorizzazione turistica dell’area del Subasio partendo dal progetto ‘Destinazione Subasio’ di cui il Comune di Assisi è capofila e fanno parte anche Valtopina, Nocera Umbra e Spello.

Tra i presenti alla prima giornata della Mostra mercato del tartufo, tanto al convegno quanto al taglio del nastro, insieme al sindaco di Valtopina Gabriele Coccia c’erano Michele Boscagli, presidente dell’Associazione nazionale Città del tartufo di cui Valtopina è socio fondatore, Luigi Rossetti, dirigente in capo alla Direzione Sviluppo economico, agricoltura, lavoro, istruzione, agenda digitale della Regione Umbria, Stefania Proietti, presidente della Provincia di Perugia e sindaco di Assisi, e Sabrina Piovini, presidente della Proloco di Valtopina che ha coadiuvato il Comune nell’organizzazione dell’evento e gestisce il ristorante aperto nei due giorni a pranzo e a cena proponendo menù al tartufo. Presenti, inoltre, Moreno Landrini sindaco di Spello, Alberto Scattolini, vicesindaco di Nocera umbra, e rappresentanti dei Comuni di Perugia e Spoleto.

“Finalmente è arrivato il grande giorno che aspettavamo da molto tempo – ha detto Coccia –. Ci siamo messi a lavoro da diversi mesi per questo evento che mancava a Valtopina da circa tre anni. Le aspettative erano molto alte, abbiamo fatto del nostro meglio e credo si veda dall’affluenza e da tanti espositori che sono arrivati da tante parti dell’Umbria. Ci sono anche molti eventi collaterali. Stamattina, per esempio, ho dato lo start al primo rail del cavatore, una corsa di circa 13 chilometri che permette di far conoscere alle persone che vengono da fuori i nostri meravigliosi luoghi naturali”.

“La mostra mercato di Valtopina – ha dichiarato Boscagli – è un’occasione per ricordare il riconoscimento Unesco della Cerca e cavatura del tartufo ottenuto quasi un anno fa. È il momento per diffondere questa cultura e conoscenza e anche a Valtopina giustamente si sta portando avanti questa idea. Dopo un periodo di stop Valtopina vive un momento di festa e quindi per noi è molto importante essere presenti”.

“L’Associazione dei Comuni del parco del Subasio – ha spiegato Proietti – è il primo esempio di unione politica tra Comuni. Comuni che diventano protagonisti del rilancio del parco grazie al progetto ‘Destinazione Subasio’, con la voglia di far valere ciascuno la propria eccellenza. Come sindaco di Assisi rivesto con grande onore la veste di capofila di quest’associazione che nasce poco più di un anno fa, sostituendosi a quello che era l’ente del Subasio, per rilanciare il parco sotto molteplici aspetti. Siamo riusciti a intercettare per due anni di seguito un importante finanziamento che ci ha permesso di valorizzare momenti di eccellenza”.

La mostra mercato, allestita al Palasport, ospita circa 40 espositori selezionati che propongono soprattutto prodotti dell’enogastronomia locale e umbra ma anche provenienti da fuori regione. Una comunità accogliente e laboriosa sta lavorando alla manifestazione per proporre a turisti e visitatori un evento curato nei dettagli e vario nella proposta.

In particolare, il programma prevede ancora nella giornata di domenica, alle 9 una Gara di cerca del tartufo a cura di Tuber Terrae e alle 11 nella sala consiliare del Comune un incontro con le delegazioni dei Comuni presenti in occasione del venticinquennale del terremoto che ha duramente colpito il territorio. Ospite d’onore di questo momento la comunità della Val di Fiemme-Trento gemellata dal 1992 Valtopina e tra i primi a supportare gli abitanti durante il tragico evento del 1997.

Il pomeriggio dalle 15 spazio a ‘De-gusta il centro’ che propone degustazioni, musica, arte, intrattenimento per bambini e animazioni nel centro del paese. Durante la giornata, inoltre, gli esercizi commerciali rimarranno aperti, ci sarà la possibilità di visitare la mostra ‘Quanto la natura diventa… arte’ a cura di Franco Salari alla biblioteca e un’esposizione di animali rari in località Ponterio dove ci saranno anche degustazioni. E poi un raduno di auto storiche con esposizione nel piazzale adiacente al Palasport dalle 10, un corso hobby sport young del tartufo per bambini a cura del Motoclub Nocera Umbra.

Ci sarà intrattenimento con l’allegria contagiosa de ‘La cantina di Zì Socrate’, non mancheranno le degustazioni itineranti e, alle 16, quelle al Centro Subasio a cura delle aziende espositrici (su prenotazione allo stand del Comune di Valtopina dentro la mostra). Inoltre, i visitatori della mostra mercato potranno visitare il Museo del ricamo e del tessile di Valtopina, aperto per tutta la durata dell’evento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*