Musica e teatro, doppio appuntamento allo Zut di Foligno

Musica e teatro, doppio appuntamento allo Zut di Foligno

Un doppio appuntamento per il prossimo fine settimana targato Spazio Zut. A Foligno, tra musica e teatro, proseguono le rassegne votate al contemporaneo di ‘Re: play’ e ‘Re: act’. Il suggestivo quarto appuntamento della terza edizione della stagione musicale ‘Re: play’ propone per venerdì 17 gennaio (ore 21.30, ingresso 10 euro – prima del concerto un calice di vino biologico Moretti Omero Azienda Agraria incluso nel prezzo del biglietto) il concerto dei Ronin che presenteranno il nuovo album ‘Bruto Minore’, un lavoro che cambia alcune coordinate pur rimanendo nel solco della tradizione strumentale e cinematica della band.

Quarto appuntamento anche per la stagione di teatrale ‘Re: act’ che domenica 19 gennaio (ingresso 5 euro, ore 15.30 – 16.30 – 17.30 – 18.30 – 19.30, spettacolo per 20 spettatori alla volta) porta in scena lo spettacolo liberamente tratto da Moby Dick di Melville ‘Una tazza di mare in tempesta’ di e con Roberto Abbiati, nell’ambito del progetto ‘In punta di piedi’ (nuova sezione dello Zut rivolta all’infanzia con spettacoli e laboratori artistici e creativi per bambini, ragazzi e famiglie) e in collaborazione con Ateatroragazzi. Uno spettacolo quindi adatto ai bambini (dai 7 anni in su). Alla fine degli spettacoli c’è anche la cena nella Zut Gallery con i prodotti di Natura Sì (15 euro).

Ronin

Si intitola ‘Bruto minore’ (Black Candy records) il nuovo album dei Ronin, uscito lo scorso 16 settembre. Dopo un paio d’anni di pausa Bruno Dorella torna sulla sua creatura Ronin, con una formazione tutta nuova. L’idea era quella di fare un album che avesse come riferimento la terra brulla anziché le distese, di deserto o di acque, a cui la musica dei Ronin viene spesso accostata. Qualcosa di meno languido e più crudo. E si è voluto sottolineare una certa vicinanza estetica con la musica classica. Per la realizzazione dell’album è stato prezioso l’aiuto del nuovo chitarrista Nicola Manzan (noto come Bologna Violenta e come ex membro di Baustelle, Teatro Degli Orrori), che è anche un apprezzatissimo violinista.

Il suo apporto è stato sia di tipo timbrico, con l’inserimento del violino, sia di tipo armonico nell’arrangiamento dei pezzi. Per ottenere l’effetto di immediatezza i Ronin hanno scelto di registrare in analogico. Un metodo assolutamente d’altri tempi, in controtendenza col mercato digitale. Il nuovo bassista è Roberto Villa (attivo anche come J.D. Hangover, membro di The Gang). Alla batteria è entrato Alessandro Vagnoni (anche lui membro di Bologna Violenta ed attivo con molti gruppi, tra i quali ricordiamo Bushi e Drovag, ed anche apprezzato turnista heavy metal).

Prevendite qui per il concerto allo Zut: https://www.diyticket.it/events/Musica/3532/ronin-biglietti

Una tazza di mare in tempesta 

Lo spettacolo è liberamente tratto da Moby Dick di Melville con Roberto Abbiati. Musiche e registrazioni di Fabio Besana, scenografie costruite nei laboratori di scenotecnica di Armunia. Una piccola installazione, una piccola performance, per poco pubblico che assista a piccoli oggetti che evochino grandi cose. Tutto rubato da Melville, per pochi minuti. Come se si fosse nella stiva di una baleniera. Tutto qui. Uno spettacolo tanto breve quanto intenso. Sarà un viaggio tra oceani in tempesta per immergersi in un racconto immaginifico e coinvolgente.

Spazio Zut

Teatro, musica, infanzia, formazione, residenze e tanto altro: è molto ricco il sesto anno di vita dello Spazio Zut, che da ottobre ha iniziato la sua intensa programmazione. Sono molte le attività invernali per la stagione 2019-2020 di questo luogo multidisciplinare, situato nel centro della città: teatro contemporaneo con ‘Re: act’, rassegna musicale ‘Re: play’, i laboratori teatrali Zoe Garage, il nuovo progetto per l’infanzia ‘In punta di piedi’, le attività per il Centro Umbro Residenze Artistiche, per il bando In-Box e per l’Ati Parterre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*