Foligno centro del mondo con i Primi d’Italia

Una diciottesima edizione davvero speciale, ricca e gustosa

 
Chiama o scrivi in redazione


Foligno centro del mondo con i Primi d’Italia. Foligno, centro del mondo e Umbria giardino d’Italia, come recita lo slogan della XVIII° edizione de I Primi d’Italia (Foligno, 29 settembre-02 ottobre) e così, all’aperto sotto un bel sole si è tenuta nella mattinata di oggi, lunedì 26 settembre, la conferenza stampa della kermesse. Più che di una semplice presentazione, si è trattato di una gustosa anteprima, conclusasi a tavola con la degustazione di due primi piatti d’autore; parterre d’eccezione per i relatori: Presidente di Epta Confcommercio Aldo Amoni, Sindaco di Foligno Nando Mismetti, l’Assessore Turismo e Sviluppo Economico Giovanni Patriarchi, il Presidente della Cassa di Risparmio di Foligno Gaudenzio Bartolini, il presidente dell’Atletica Winner Gianluca Mazzocchio, la vice-presidente FELCOS Umbria, Silvia Stancati e Catiuscia Pizzoni, in rappresentanza della FIDA.

Apre le danze, con i saluti istituzionali, il Presidente Amoni, che preannuncia una diciottesima edizione davvero speciale, ricca e gustosa, grazie anche ai numerosi sponsor, partner ed enti che hanno contribuito attivamente a renderla tale; cultura e intrattenimento no-stop per far sì che il visitatore del Festival trovi sempre ampia scelta e un corposo programma di attività al suo arrivo tra libri ed arte, mostre e mercati, bon ton e galateo, musica dal vivo, cabaret e molto altro ancora.

Gli interventi degli altri relatori non fanno che confermare la ricchezza del palinsesto 2016 de I Primi d’Italia, come sottolineato dal Presidente della Cassa di Risparmio di Foligno, Bartolini, lieto del felice sposalizio tra il Festival ed il circuito degli oratori e musei “Foligno città da scoprire: antica e contemporanea”, per conoscere la Foligno di ieri e di oggi.

Si passa poi alla sezione “I Primi d’Italia Junior”, finanziata e promossa dalla stessa Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno ed in collaborazione con UDS e FIDA, il baby format per imparare a preparare la pasta fresca alla scoperta della buona dieta mediterranea, con manipolazione di acqua, uova e farina in un gioco creativo per liberare l’immaginazione e dargli una forma gustosa. Una novità relativamente ai piccoli mastri pastai ce la svela Catiuscia Pizzoni della FIDA: quest’anno, oltre a tagliatelle e gnocchi, i piccoli chef della kermesse si cimenteranno anche nella preparazione delle orecchiette colorate.

La parola passa al Comune di Foligno, ben rappresentato dal sindaco Mismetti e dall’Assessore Patriarchi, che pongono l’accento sulla nuova apertura della città verso le Marche, grazie ad una viabilità più diretta e fruibile. La città di Foligno è infatti una cornice ospitante perfetta e funzionale per I Primi d’Italia, che quest’anno, più degli altri anni, verranno assaggiati dai vicini marchigiani.

E se I Primi d’Italia rappresentano un momento di convivialità, avvicinamento del pubblico all’alta cucina, un’occasione di aggregazione e gustosi momenti da passare insieme, il festival ha anche la mission di trasmettere cultura sul cibo e sul consumo consapevole; le attualissime tematiche dello sport e dello spreco alimentare saranno infatti ben presenti nell’edizione 2016: la prima con il Villaggio dello sport e la “Mezza Maratona – Città di Foligno” e la seconda con il convegno “Diritto al cibo e lotta allo spreco alimentare”, organizzato da FELCOS, Comune di Foligno ed Epta Confcommercio.

Parola dunque a Gianluca Mazzocchio dell’Atletica Winner, che si dice estremamente soddisfatto delle iscrizioni dei maratoneti, ad oggi più di 1000 con un buon 45% proveniente da fuori regione: una bella soddisfazione per l’organizzazione e per il settore dell’ospitalità. Imperdibili le attività del Villaggio dello Sport per stare in forma con gusto, tra pilates, fitness, zumba e tanti giochi per i più piccoli; dedicato a tutti il seminario “Genitori a bordo pista” per trasmettere ai propri figli i principi della giusta e corretta competizione sportiva.

La conferenza continua con l’intervento della vice-presidente Felcos, Silvia Stancati, che spiega in breve il grandioso progetto europeo “DON’T WASTE OUR FUTURE!”, testimoniando l’impegno profuso da FELCOS e dal Comune di Foligno nella lotta contro lo spreco alimentare. Il progetto ha infatti il suo cuore pulsante a Foligno, ma ha visto protagonisti nella lotta allo spreco anche circa 1500 studenti e 55 enti locali in 9 paesi europei. La manifestazione “I Primi d’Italia”, rappresenta quindi l’occasione perfetta per sensibilizzare ulteriormente la cittadinanza sul tema, offrendo l’opportunità di guardare al cibo da un’altra angolazione.

Proprio questo lo scopo del convegno previsto per venerdì 30 settembre, un importante momento che riunirà rappresentanti dei consumatori, esponenti del mondo della grande distribuzione ed esperti di educazione alimentare per discutere del ruolo della GDO nella lotta al fenomeno, ma anche le tematiche del nutrimento intelligente e della salute. Un’occasione insomma per riflettere su quanto ognuno di noi può fare per contribuire alla lotta allo spreco, diventando così un consumatore responsabile.

Chiude il sipario sulla conferenza il Presidente Amoni, sottolineando come la kermesse tutta italiana stia intraprendendo una via internazionale, con una presenza sempre più ricca di turismo straniero ed ospitando in questa edizione la stampa inglese, per un’edizione chissà dal sapore d’oltre Manica. L’accenno ad una grande sorpresa per tutti, staff organizzativo incluso; l’invito all’inaugurazione, prevista per la serata di giovedì 29 settembre e la speranza che il sole splenda su tutte le giornate della kermesse proprio come oggi; così conclude il Presidente Amoni, emozionato per questi diciottanni de I Primi d’Italia, ormai imminenti!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*