Festival della Vita il 21 ottobre all’oratorio del Crocifisso

Festival della Vita il 21 ottobre all’oratorio del Crocifisso

Festival della Vita il 21 ottobre all’oratorio del Crocifisso

Si aprirà venerdì 21 ottobre, a Foligno, il “Festival della Vita” organizzato dall’assessore alle politiche familiari e sociali, Agostino Cetorelli, in collaborazione con le associazioni del territorio.  Alle 9 all’oratorio del Crocifisso “si terrà il primo di una serie di incontri che intendono celebrare la Vita a Foligno – ha sottolineato in una nota l’assessore Cetorelli – attraverso le sue ricchezze intergenerazionali tramite il percorso del bambino, dell’adulto e dell’anziano inseriti nel contesto della propria famiglia e in una rete di relazioni sociali (associazioni e oratori) e territoriali all’interno delle realtà frazionali.

Nel primo appuntamento del 21 ottobre, l’ospite d’eccezione, il prof. Blangiardo, che è Presidente nazionale dell’Istat, farà una fotografia demografica di come lo spopolamento impatti sulla nostra società e di come invece una primavera delle nascite significhi sviluppo per tutti.

Dopo le restrizioni sociali dovute alla pandemia ho promosso un dialogo con le associazioni familiari, delle disabilità, dei centri sociali, con gli oratori, i sindacati e con le tante realtà aggregative dei variegati territori di cui è composto il comune, che insieme hanno condiviso l’esigenza di creare occasioni di incontro.

Tra generazioni perché non si perdano identità e memoria, incontro tra cittadini e associazioni perché non si vada ognuno per la sua strada senza curarsi del vicino, incontro tra parte pubblica e realtà private per formare una rafforzata rete solidale improntata al bene comune che possa far ripartire una sana relazionalità e socialità per anziani, disabili e per il benessere delle famiglie”.

Nei mesi di ottobre, novembre e dicembre verranno organizzati diversi incontri sia di riflessione che di condivisione ludica sul modello delle feste di paese. Si partirà con Budino, Capodacqua e Sant’Eraclio e il prossimo anno c’è la volontà di proseguire con altre realtà frazionali.

“Il sindaco Stefano Zuccarini e il vescovo mons. Domenico Sorrentino porteranno il proprio saluto – ha proseguito Cetorelli – gli assessori comunali Michela Giuliani e Decio Barili parleranno delle buone prassi dell’amministrazione e dei progetti futuri su turismo, cultura e sport, con un approccio inclusivo verso le famiglie. La Regione sarà presente con la vicepresidente della Assemblea Regionale, Paola Fioroni, che parlerà della proposta di una nuova legge regionale sulla famiglia e dell’Osservatorio regionale per le Disabilità, mentre l’assessore regionale alle politiche sociali, Luca Coletto, interverrà sul nuovo orientamento del sociale verso il benessere familiare della Regione dell’Umbria.

L’Università di Perugia sarà rappresentata dalla professoressa Rosita Garzi che metterà in luce l’importanza per di una possibilità di conciliazione del tempo “famiglia-lavoro” dal punto di vista delle donne ancora oggetto oggetto di disparità in ambito lavorativo. Ci saranno ospiti anche da fuori regione come il dottor Luciano Malfer, direttore per la Provincia Autonoma di Trento dell’Agenzia per la Coesione Sociale che porterà l’esperienza trentina riguardo al ripopolamento dei piccoli centri.

I Coordinatori nazionali del Network “Comuni Amici della Famiglia” Mauro Ledda e Filomena Cappiello tratteranno dell’importanza del potenziamento di una rete tra amministrazioni e associazioni, e della collaborazione italiana tra amministrazioni e comuni. Ci sarà anche un contributo internazionale tramite le parole della Presidente dell’European Network of Family Friendly Municipalities Regina Maroncelli.

L’intervento del Presidente dell’Ente Giostra della Quintana, Domenico Metelli, racconterà invece dell’importanza come fattore aggregante della Giostra della Quintana. Inoltre le associazioni presenti potranno dare il proprio contributo di idee e quelle coinvolte nell’organizzazione delle feste di paese illustreranno il proprio programma. Nel pomeriggio l’iniziativa proseguirà nell’adiacente Palazzo Candiotti con una tavola rotonda tra le associazioni che organizzeranno anche momenti divulgativi della loro opera”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*