Bevagna, sabato l’inaugurazione delle mostre di Gubinelli e Ryde

Bevagna, sabato l'inaugurazione delle mostre di Gubinelli e Ryde

Bevagna, sabato l’inaugurazione delle mostre di Gubinelli e Ryde. E’ in programma per domani, sabato 1° settembre, l’inaugurazione di due mostre personali nella città di Bevagna. Il taglio del nastro di entrambi gli eventi rientra all’interno del cartellone “E-State a Bevagna”. Alle 17 a palazzo Lepri s’inaugura “Charta canta in Mevania – Segni e colori” di Paolo Gubinelli a cura di Anton Carlo Ponti. Un’ora più tardi, alle 18, nell’auditorium di Santa Maria Laurentia spazio a “Contrasti e colori” di Alison Ryde. Due artisti, Gubinelli e Ryde, già presenti nella mostra collettiva “In Limine. In Chartis Mevaniae”, conclusasi il 26 agosto scorso. Tutti e due hanno deciso di rimanere a Bevagna, affascinati dalla città, con due mostre personali allestite in due luoghi della cultura.

GUBINELLI – Paolo Gubinelli, poeta della pittura, noto per il suo rapporto di sperimentazione con e sulla carta, sentita come mezzo più congeniale di espressione artistica, sceglie la carta bambagina della Gaita San Giovanni come sfondo alle sue opere, dove trionfano colori primari e colori mixati in modo mirabile. Paolo Gubinelli è un artista lirico, che si rapporta alla poesia nella costante ricerca del verso poetico come fonte e finalità di creazione artistica; a lui tanti poeti hanno dedicato versi in dialogo con la sua opera. La sua mostra durerà fino al 30 settembre.

RYDE – Alison Ryde è invece un’artista di origini neozelandesi che ha deciso di stabilirsi in Umbria e di cantare le bellezze della nostra regione attraverso il suo talento creativo. La mostra, dal titolo “Contrasti e colori”, esalta la natura, i paesaggi umbri, gli oggetti simbolo della nostra terra attraverso l’uso straordinario del colore, che sprigiona una grande forza ed una grande energia, senz’altro un’energia positiva, che attrae e affascina. L’esposizione di Alison Ryde proseguirà fino al 16 settembre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*