Ancora Dante e la Divina Commedia protagonisti a Foligno

Ancora Dante e la Divina Commedia protagonisti a Foligno

Ancora Dante e la Divina Commedia protagonisti di eventi a Foligno. A parlare sarà questa volta la musica con la presentazione, domenica 3 luglio ore 21, all’Oratorio del Crocifisso – ingresso libero -, del CD prodotto da Urania Records Venite a Intender. Musica su versi di Dante. Un’opera raffinata e intensa che vede insieme un Duo d’eccellenza, il basso Mirco Palazzi e il pianista – folignate – Marco Scolastra, musicisti di rilievo internazionale che hanno scelto proprio la città dove vide la luce l’editio princeps della Comedia per la presentazione della loro ultima incisione uscita a maggio 2022.

 Organizzato dall’Associazione Culturale Musicittà nell’ambito della Stagione Artistica Vivosòno, l’evento vedrà gli interventi della musicologa Biancamaria Brumana anche autrice delle note di presentazione del Cd, di Guglielmo Tini, docente di letteratura italiana esperto di Dante, dell’Assessore alla cultura del Comune di Foligno Decio Barili.  Alle loro parole si alternerà l’esecuzione dal vivo di alcuni brani dell’incisione. Non mancherà ovviamente il racconto di back-stage e curiosità svelati al pubblico dai musicisti Palazzi e Scolastra.

Registrate nell’atmosfera medievale dello splendido complesso dei Giardini di Ninfa, eseguite con un raro pianoforte appartenuto a Liszt, le composizioni del CD propongono all’ascoltatore le più significative e avvincenti pagine cameristiche scritte su testi di Dante tra Otto e Novecento, dal Conte Ugolino di Donizetti del 1826 ai Quattro sonetti op. 41 di Castelnuovo-Tedesco del 1926.

A Foligno il Duo eseguirà brani di grande intensità come L’Ugolino di Dante (“declamato con musica”, 1832) di Francesco Morlacchi, La Pia (1880) di Filippo Marchetti, Sera (1921) di Mario Castelnuovo-Tedesco. Scrive nelle note la prof.ssa Brumana: “Ci sembra che le composizioni su testi di Dante raccolte in questo CD mostrino come l’ammirazione reverenziale nei confronti dei versi del Sommo Poeta (siano essi della Commedia o delle Rime) abbia portato la maggior parte dei musicisti ad orientarsi verso la nobile arte della declamazione con musica, creando pagine teatrali intense ed efficaci, successioni di recitativi ed ariosi dall’andamento rapsodico, privi di quelle melodie regolari e facilmente riconoscibili tipiche delle arie.”

Mirco Palazzi, definito dalla critica “interprete dalla voce nobile e dalla coinvolgente musicalità”, è specialista del repertorio belcantistico italiano e di quello mozartiano. Si è esibito nei più importanti teatri e sale da concerto del mondo, da La Scala di Milano, al Covent Garden di Londra, alla Washington Opera, al Teatro Regio di Torino, al Teatro La Fenice di Venezia, Santa Cecilia di Roma, Opera di Roma, Maggio Musicale Fiorentino, Philarmonie di Colonia, Gewandhaus di Lipsia, e ancora Tokyo, Mosca con direttori d’orchestra come Abbado, Alessandrini, Chailly, Chung, Fasolis, Gergiev, Hogwood, Pappano, Noseda, Zedda e registi quali Ronconi, Pizzi, Alden, Carsen e Vick. Fra i tanti ruoli cantati nella sua lunga carriera Mozart occupa un posto particolare con i ruoli di Figaro e Leporello (Torino, Nizza, Marsiglia, Dallas, La Scala…). Ha registrato per Decca, Naxos, Bongiovanni, Opera-rara, Arthaus, Unitel, Opus Arte, Warner. Semiramide (Assur) per Opera-rara ha vinto l’Opera Award 2019.

Palcoscenici internazionali anche per il pianista Marco Scolastra, dall’Accademia Filarmonica Romana, all’Auditorium Parco della Musica, Teatro dell’Opera/Roma, Teatro Regio/Parma, Auditorium dell’Orchestra “G. Verdi”, Festival dei Due Mondi, Ravello Festival, Teatro La Fenice, “I concerti del Quirinale”, Teatro di San Carlo, Musei Vaticani, Conservatorio “P. I. Čajkovskij”, Istituto “F. Chopin”, Orchestre National du Capitole, Festival van Vlaanderen, Musikverein. Come solista ha suonato con celebri direttori d’orchestra: Yuri Bashmet, Romano Gandolfi, Howard Griffits, Richard Hickox, Claudio Scimone, Lior Shambadal. Ha collaborato con noti musicisti – Vadim Brodski, Alessandro Carbonare, Corrado Giuffredi, Quartetto Kodály – e celeberrimi cantanti quali Renato Bruson, Max René Cosotti, Cinzia Forte, Sumi Jo, Raina Kabaivanska, Daniela Mazzucato, Mark Milhofer, Mirco Palazzi, Desirée Rancatore. È in scena anche con illustri attori tra cui Sonia Bergamasco, Arnoldo Foà, Ugo Pagliai, Elio Pandolfi (lungo sodalizio durato quasi venti anni), Lucia Poli, Jerzy Radzi- wilowicz, Pamela Villoresi. Ha registrato per Phoenix Classics, Stradivarius, Brilliant Classics, Decca, RAI.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*