Ambra Cenci e i suoi “canivet” deliziosi cartoncini intagliati a merletto

 
Chiama o scrivi in redazione


Ambra Cenci e i suoi "canivet" deliziosi cartoncini intagliati a merletto

Ambra Cenci e i suoi “canivet” deliziosi cartoncini intagliati a merletto

di Ambra Cenci
Buongiorno Cuori Positivi di Foligno! Vi e’ mai capitato di acquistare un abito con un cartellino “canivet”? A me ,si, e l’occasione e’ giusta per parlarvi di questi deliziosi cartoncini intagliati a merletto, che a me piacciono piu’ del vestito! Lo stilista che ha voluto firmare la sua creazione si e’ sicuramente ispirato agli originali CANIVETS, nati come oggetti devozionali. La loro origine e’ databile all’inizio del XIV.mo secolo ed ancora oggi esprimono le pazienti finezze di un’opera al femminile.

  • Erano infatti le suore che, oltre alle preghiere si dedicavano al lavoro manuale, a realizzare questi santini merlettati che regalavano ai benefattori.

© Protetto da Copyright DMCA

Oggi sono diventati oggetti ricercatissimi dai collezionisti e sono presenti sul mercato antiquario. Erano realizzati in carta, spessa come il cartoncino o sottile come la carta velina o carta di riso. Erano intagliati con un temperino( caniv) ed avevano fregi fatti di fogliame, di fiori, di disegni geometrici per incorniciare un’immagine sacra, che poteva anche essere acquerellata o addirittura vestita, con la tecnica del collage.

I canivets si ponevano sulle culle di bambini o nelle bare dei morti, si attaccavano alle porte delle stalle, finivano nei portafogli e persino all’interno dei cappelli maschili. Se ripiegati e ridotti in piccolissime dimensioni, venivano fatti inghiottire da uomini o da animali… per curare malattie. E qui mi fermo, amici, perche’ il discorso ci porterebbe troppo lontano, ma se scovate un antico canivet nel baule della nonna, tenetevelo caro, perché puo’ valere molto!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*