Valtopina, sì a Mostra del Ricamo ma nel rispetto delle norme

 
Chiama o scrivi in redazione


Valtopina, sì a Mostra del Ricamo ma nel rispetto delle norme

Valtopina, sì a Mostra del Ricamo ma nel rispetto delle norme

Il sindaco di Valtopina, Lodovico Baldini, attraverso la nota seguente, intende fare chiarezza circa l’organizzazione dell’edizione 2021 della Mostra del Ricamo e del Tessile e di altri eventi culturali, replicando a quanto affermato dalla minoranza.

“Prima di parlare e di agitare polemiche strumentali, la minoranza dovrebbe informarsi: il Comune di Valtopina non ha mai detto no all’edizione 2021 della Mostra del Ricamo e del Tessile, ma ha chiesto agli organizzatori una manifestazione in tono ridotto rispetto al passato, che tenesse cioè conto della situazione epidemiologia in corso e delle norme a tutela della salute pubblica per la realizzazione di eventi del genere. Nessun evento culturale è stato annullato: il Palio di San Bernardino è stato interrotto nel 2016 per problemi interni all’ente promotore e la Mostra Mercato del Tartufo del novembre 2020 non si è potuta svolgere perché eravamo in piena pandemia. Chi sostiene il contrario, diffonde notizie inesatte solo per fomentare polemiche sterili e patetiche.

Riguardo la Mostra del Ricamo 2021, nelle riunioni interlocutorie con il Comitato organizzatore, abbiamo chiesto prudenza e una proposta che considerasse quanto detto sopra, tanto che ad aprile scorso, sia sul sito del Comune e sia su quello della Mostra, sono state annunciate le date della manifestazione ma precisando che ci sarebbero potuti essere cambiamenti legati all’evoluzione della pandemia e alle chiare e recenti normative in materia, che limitano e indirizzano tutti gli eventi di questo tipo. Gli organizzatori hanno, però, disatteso gli accordi: il progetto, presentato al Comune solo il 7 luglio scorso, non è andato nella direzione concordata ma è stata proposta un’edizione praticamente identica a quelle fatte prima del Covid-19. L’Amministrazione comunale non può accogliere un’iniziativa del genere, che non tenga cioè adeguatamente conto dell’andamento della pandemia e soprattutto delle norme (Ordinanza Ministero della Salute del 29 maggio 2021 e Ordinanza della Regione Umbria del 5 luglio 2021), che fissano i limiti entro cui stare per organizzare eventi del genere. Il Comune, quindi, ha fatto due proposte alternative subito rigettate dal Comitato organizzatore, a cui abbiamo comunque chiesto un’ulteriore e nuova proposta, che ad oggi non è ancora pervenuta.

La Mostra del Ricamo e del Tessile è una risorsa importante per Valtopina, a cui tutti teniamo molto. Ribadisco, pertanto, la volontà dell’Amministrazione comunale di promuovere l’edizione 2021 della stessa, ma occorrono responsabilità e collaborazione: non possiamo ignorare lo stato della pandemia in corso e l’aggravarsi dell’andamento dei contagi. Quindi sì all’evento, ma nei imiti previsti e imposti per effetto della situazione epidemiologica, come accade ovunque. Chi lo non comprende e agita polemiche speculando sulla salute di tutti, danneggia Valtopina e l’immagine stessa della Mostra del Ricamo.

Riguardo la situazione degli impianti sportivi, contrariamente a quanto sostenuto dalla minoranza, le strutture sono perfettamente funzionanti e agibili, pronte per essere utilizzate per eventuali eventi, compresa la Mostra del Ricamo: è surreale e strumentale dire il contrario, portando come esempio un pannello in cartongesso caduto per un’infiltrazione d’acqua e in via di sistemazione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*