Piante, rami caduti e un tetto scoperchiato, danni a Foligno per maltempo

Piante, rami caduti e un tetto scoperchiato, danni a Foligno per maltempo
foto generica

Piante, rami caduti e un tetto scoperchiato, danni a Foligno per maltempo

Un vero e proprio nubifragio si è abbattuto in buona parte dell’Umbria, a cominciare dalle ore 14 di sabato 31 agosto. Strade allagate e deflusso delle acque in tilt in molte vie. In particolare a Foligno in via dei Mille. Piante, rami caduti e un tetto scoperchiato. Sul posto sono arrivati tre squadre dei vigili del fuoco del distaccamento di Foligno, più una piattaforma proveniente dalla centrale di Perugia Madonna Alta. Sono 14 persone impegnate. Alberi e rami caduti anche in altre zone dell’Umbria. Dalle ore 15 anche le squadre di Assisi e AIB, sono intervenute su tutto il territorio Folignate.

Il violento acquazzone ha costretto a rinviare le prove ufficiali della Quintana, inizialmente previste alle 16, che si terranno alle 21 o, in caso di condizioni meteo ancora sfavorevoli, nella mattinata di domenica.

Le previsioni dei prossimi giorni: I fenomeni temporaleschi nei prossimi giorni potranno risultare anche di forte intensità, con grandinate, pioggia a carattere di nubifragio, molti fulmini e raffiche di vento, e tenderanno a muoversi da sud verso nord, un po’ come è accaduto mercoledì scorso.

Da lunedì 2 settembre ulteriore peggioramento atmosferico sull’Italia per il sopraggiungere di un fronte freddo nord atlantico che causerà un deciso approfondimento del sistema depressionario sopra l’Italia con centro in risalita fin sopra la Liguria, ed un sensibile calo termico. Piogge sull’Umbria probabilmente fino a mercoledì 4 settembre, almeno in alcune aree soprattutto appenniniche.

Per domani è stato emesso un bollettino di criticità ordinaria (gialla) per rischio temporali: Localizzati danni ad infrastrutture, edifici e attività antropiche interessati da frane, da colate rapide o dallo scorrimento superficiale delle acque. Localizzati allagamenti di locali interrati e talvolta di quelli posti a pian terreno prospicienti a vie potenzialmente interessate da deflussi idrici.

Localizzate e temporanee interruzioni della viabilità in prossimità di piccoli impluvi, canali, zone depresse (sottopassi, tunnel, avvallamenti stradali, ecc.) e a valle di porzioni di versante interessate da fenomeni franosi. Localizzati danni alle coperture e alle strutture provvisorie con trasporto di tegole a causa di forti raffiche di vento o possibili trombe d’aria.

Rottura di rami, caduta di alberi e abbattimento di pali, segnaletica e impalcature con conseguenti effetti sulla viabilità e sulle reti aeree di comunicazione e di distribuzione servizi. Danni alle colture agricole, alle copertura di edifici e agli automezzi a causa di grandinate. Localizzate interruzione dei servizi, innesco di incendi e lesioni da fulminazione. Occasionale ferimento di persone e perdite incidentali di vite umane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
18 ⁄ 6 =