Dal Terremoto alla Relatività, arriva “la Scienza a Scuola” Foligno per sviluppo sostenibile

 
Chiama o scrivi in redazione


Dal Terremoto alla Relatività, arriva “la Scienza a Scuola” Foligno per sviluppo sostenibile

Dal Terremoto alla Relatività, arriva “la Scienza a Scuola” Foligno per sviluppo sostenibile

Arriva in Umbria il ciclo nazionale La Scienza a Scuola 2019 di Zanichelli.   La quinta edizione dell’iniziativa porta oltre 50 ricercatori nei licei ed istituti di diverse regioni italiane per raccontare a studenti e insegnanti le storie di chi lavora alle frontiere della ricerca. Sono storie che comunicano passione per la scienza e danno idee su cosa sappiamo e su che cosa stiamo per scoprire in matematica, fisica, chimica, biologia e medicina con particolare attenzione agli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU.

© Protetto da Copyright DMCA

Lunedì 28 ottobre, il sismologo Alessandro Amato sarà al Liceo Scientifico Alessi di Perugia e Martedì 29 ottobre al Liceo Marconi di Foligno.

Mercoledì 30 ottobre il celebre fisico Giovanni Amelino-Camelia sarà al liceo Galilei di Perugia e al Convitto Principe di Napoli di Assisi.
Tutto ruota attorno ad alcune domande: qual è l’esatto meccanismo che sotto i nostri piedi genera un sisma avvertito in superficie? Che cosa si intende per previsione dei terremoti? Perché oggi non siamo in grado prevederli? È un obiettivo che potrà essere raggiunto?
Che informazione si fa per quanto riguarda il rischio sismico? Di questo parlerà agli studenti del Liceo scientifico Galeazzo Alessi (28 ottobre) e del Liceo Guglielmo Marconi di Foligno (29 ottobre), il sismologo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV)Alessandro Amato, nell’incontro “terremoto tra scienza storia e comunicazione”.

La sismologia è una scienza relativamente giovane. Solo nei primi anni del Novecento gli scienziati hanno capito come si deforma la crosta terrestre prima, durante e dopo un terremoto, e sono dovuti passare altri cinquant’anni per chiarire il legame tra tremori della superficie e moti delle placche litosferiche. La strada è ancora lunga. Nel frattempo ricordiamoci che la difesa dalle scosse telluriche passa prima di tutto da noi stessi, cioè dai cittadini che hanno il diritto di essere informati dai ricercatori e dai politici sulla sicurezza; ma che hanno anche il dovere di domandare.

Con questi due incontri arriva in Umbria “La Scienza a scuola 2019”, realizzati da Zanichelli in collaborazione con la rivista “Le Scienze”. Un tour didattico nazionale di 200 date da ottobre a gennaio in cui 50 tra ricercatori, docenti, divulgatori e personalità del mondo scientifico incontreranno studenti e insegnanti degli istituti superiori e licei d’Italia per spiegare le ultime novità della Scienza, con particolare attenzione agli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU per lo Sviluppo Sostenibile.  

Gli incontri sono riservati agli studenti e ai docenti delle singole scuole.

L’Agenda 2030 è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Essa ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile – Sustainable Development Goals, SDGs – in un grande programma d’azione per un totale di 169 ‘target’ o traguardi. L’avvio ufficiale degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile ha coinciso con l’inizio del 2016, guidando il mondo sulla strada da percorrere nell’arco dei prossimi 15 anni: i Paesi, infatti, si sono impegnati a raggiungerli entro il 2030. https://www.unric.org/it/agenda-2030

In Umbria sono previsti 12 appuntamenti.

Il successivo è mercoledì 30 ottobre con la “Relatività e onde gravitazionali” del fisico Giovanni Amelino-Camelia nel Liceo scientifico statale Galileo Galilei di Perugia e nel Convitto Nazionale Principe di Napoli di Assisi.
Docente e ricercatore dell’Università La Sapienza di Roma, Amelino-Camelia è uno dei fisici italiani più autorevoli al mondo ed è stato inserito nel 2008 nella rosa dei sei possibili eredi di Albert Einstein per la rivista Discover Magazine.
Teorizzate da Einstein, la scoperta delle Onde gravitazionali ha aperto la strada a un nuovo straordinario campo d’indagine del cosmo: l’astronomia gravitazionale.

Da oltre 150 anni impegnata nella didattica scolastica e nella divulgazione scientifica, la casa editrice Zanichelli con questa iniziativa intende offrire agli studenti l’occasione di acquisire conoscenze su argomenti affascinanti e di stretta attualità scientifica direttamente dagli “addetti ai lavori”.

28 ottobre
ALESSANDRO AMATO
Sismologo, Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia
Il terremoto tra scienza, storia e comunicazione
• Liceo scientifico statale Galeazzo Alessi
via Ruggero D’Andreotto 19, Perugia

29 ottobre
ALESSANDRO AMATO
Sismologo, Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia
Il terremoto tra scienza, storia e comunicazione
• Liceo Scientifico Guglielmo Marconi
via Isola Bella 1, Foligno (PG)

30 ottobre
GIOVANNI AMELINO-CAMELIA
Fisico, Università di Roma La Sapienza
Relatività e onde gravitazionali
• Liceo Scientifico Statale Galileo Galilei
via Carlo Manuali 12, Perugia
• Convitto Nazionale Principe di Napoli
piazza G. Matteotti 67, Assisi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*