Capo di Stato Maggiore Esercito visita Caserma Gonzaga

Capo di Stato Maggiore Esercito visita Caserma Gonzaga, sede del Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito

Capo di Stato Maggiore Esercito visita Caserma Gonzaga

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino, ha visitato la Caserma “Generale Ferrante Gonzaga del Vodice”, sede del Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito (CSRNE).

Ricevuto al suo arrivo dal Comandante della Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Camporeale e dal Comandante del Centro, il Generale di Brigata Vincenzo Spanò, il Generale Serino ha assistito ad un briefing illustrativo, durante il quale sono state esposte le peculiarità del CSRNE, le attività concorsuali in itinere e i progetti in fase di sviluppo.

Nel corso della visita, Il Generale Serino ha inaugurato il progetto di informatizzazione realizzato mediante l’impiego di moderne tecnologie infrastrutturali e info-strutturali dedicate che permette, attraverso l’integrazione di tutte le fasi della selezione del personale, di ammodernare e snellire il processo selettivo, ottenendo un sistema in grado di garantire equità, sicurezza, economicità e trasparenza.

Al termine della visita, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha incontrato il personale effettivo al CSRNE e ha manifestato la propria soddisfazione per l’impegno, la competenza e la professionalità dimostrate: “L’uomo è centrale per l’Esercito e una realtà come quella del Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale permette alla Forza Armata di assolvere appieno la propria missione e in maniera  adeguata, con una innovazione tecnologica nel processo di reclutamento di grandissima avanguardia. Un Ente fondamentale e un punto di riferimento non solo per l’Esercito ma anche per la città di Foligno e la sua cittadinanza con cui ha stretto una fortissima sinergia”.

Il nuovo sistema, particolarmente innovativo e tecnologicamente all’avanguardia, ha come punti cardine: la tutela della privacy del candidato e la sicurezza dei dati che assicurano la trasparenza dell’intero processo selettivo, la massima flessibilità e la garanzia di una scelta ecologica che comporta un risparmio anche economico.

Inoltre, tramite l’utilizzo di business intelligence dei dati raccolti in tempo reale, il sistema informatizzato consente di conoscere e studiare l’evoluzione del processo selettivo, ottimizzare il coordinamento e la puntuale gestione del carico di lavoro degli operatori della selezione e monitorare l’omogeneità delle prove selettive fra i centri di selezione e gli operatori.

Con tale risorsa, il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito si pone all’avanguardia e quale punto di riferimento, tra le Forze Armate, sotto il profilo tecnologico, organizzativo e procedurale per le attività concorsuali.

Dal 1° gennaio scorso, nell’ottica di una gestione razionalizzata ed unitaria di tutti gli Enti coinvolti nelle attività di reclutamento e formazione, il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale è stato posto alle dipendenze del Comando per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito.

 

OCCHIELLO: Inaugurato il progetto di informatizzazione del reclutamento del personale dell’Esercito, che assicura trasparenza, flessibilità e sicurezza

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*