Buonissimi, in sicurezza e con i Villaggi dei Primi tutto da scoprire: ecco il programma de “I Primi d’Italia”

 
Chiama o scrivi in redazione


Buonissimi Villaggi dei Primi tutto da scoprire programma Primi d’Italia

Buonissimi, in sicurezza e con i Villaggi dei Primi tutto da scoprire: ecco il programma de “I Primi d’Italia”

Sicurezza, ripartenza e nove Villaggi dei Primi. Dopo un anno di stop, il festival de “I Primi d’Italia” torna a Foligno dal 23 al 26 settembre per la 22esima edizione che si preannuncia ricca e gustosa. Ma sopra>u>o sicura. Il presidente di Epta Confcommercio Umbria, Aldo Amoni e la sua squadra, sono impegna: nell’allestimento di un evento che si svolga nel pieno rispetto delle normative anti-Covid e con un programma ricco di gusto, bontà e qualità. Anche per questo, come già accade per il settore della ristorazione, per l’accesso alle degustazioni dei nove Villaggi allestiti nelle taverne della Quintana e agli eventi del festival, sarà obbligatorio il Green Pass e verrà controllato all’ingresso delle varie location.

 

Ripartenza, sicurezza e il Pacchero più grande del mondo:

Quella di quest’anno sarà un’edizione importante per tutti. L’edizione della ripartenza, sia del Festival che della città di Foligno. Vogliamo mandare un segnale chiaro di rilancio dopo tan: mesi difficili – spiega Aldo Amoni -. Quest’edizione servirà a gettare le basi per il futuro nel rispetto della tradizione e della sicurezza di tutti. Ci sarà anche una sorpresa, grazie alla collaborazione con il Carnevale di Sant’Eraclio, a Porta Romana installeremo il Pacchero al sugo più grande del mondo e che sarà alto circa 7 metri”. “Punteremo tantissimo sulla sicurezza. Ci siamo attrezzati al massimo e abbiamo scritto alle farmacie del territorio per attivare, durante i giorni del festival, una convenzione per ridurre i prezzi dei tamponi. Attualmente hanno aderito in cinque: Farmacia San Magno in via Marchisiello, Farmacia Centrale a largo Carducci, Farmacia San Marco in Viale Firenze e la Farmacia Bartoli in via Arcamone – spiega Aldo Amoni -. Il Comune, il Gal, tutti gli sponsor, ci hanno dato fiducia e sostegno, per questo abbiamo preparato al meglio un’edizione che per noi è fonda-mentale. Colgo l’occasione per ringraziare anche l’Istituto Alberghiero di Spoleto che anche quest’anno ci aiuta in diversi appuntamenti”. Parole d’incoraggiamento anche dal presidente del Gal Valle Umbra e Sibillini, Pietro Bellini, che dopo aver sottolineato l’importanza della manifestazione per tu>o il territorio, ha annunciato che il sostegno finanziario per i Primi d’Italia ci sarà anche per i prossimi anni: “È un impegno che ci prendiamo, eventi come questo aiutano a sostenere l’economia locale, fanno conoscere il nostro territorio e valorizzano le produzioni”. “Lo scorso anno ci abbiamo provato fino all’ultimo, poi abbiamo capito che non si poteva realizzare l’edizione 2020, an-che per questo motivo i Primi 2021 hanno un valore molto importante per tutti, sono una boccata d’ossigeno per Foligno e per tutte le attività – spiega l’assessore al Turismo e Commercio del Comune di Foligno, Michela Giuliani – Non sarà un’edizione sottotono, tutt’altro. I Primi sono l’evento che insieme alla Quintana esalta le caratteristiche di Foligno. Quale altra città in Italia ha dieci spazi attrezza: per la ristorazione e un centro storico così accogliente? E proprio per mostrare la bellezza della città, durante i Primi ci saranno delle aperture straordinarie per le visite a Palazzo Trinci, l’Oratorio della Nunziatella e quello del Crocefisso, il Museo della Stampa, il Ciac, la Calamita Cosmica e l’ex Teatro Piermarini”. Molto soddisfa>o anche il sindaco Stefano Zuccarini: “I Primi 2021 saranno il manifesto della gioia della nostra città e voglio ringraziare tutti per il lavoro fatto. Il Comune ha sostenuto al massimo questo evento che fa di Foligno la capitale internazionale dei primi piatti, anche perché il nostro Paese non ha eguali nel mondo per qualità del cibo e delle produzioni agroalimentari – spiega -. Sono inoltre molto felice che siamo riusciti a dare anche un taglio culturale ai Primi, a cominciare dalla Cena Dantesca per cui ringrazio l’assessore alla Cultura, Decio Barili, questo a conferma di tu>o un periodo estivo in cui l’offerta culturale è stata ricca di eventi e appuntamenti”.

 

I nove Villaggi del Gusto:

Sarà un festival sicuramente diverso, spiega Aldo Amoni, le degustazioni e gli appuntamenti sono

sta: infatti pensa: per una partecipazione in linea con le necessità di sicurezza imposte dalle normative anti-Covid che l’organizzazione ha condiviso con le Istituzioni. Ma questo non impedirà di vivere un’eccezionale esperienza di gusto e scoperta di sapori e produzioni eccezionali. Come sempre, al centro della scena, i Villaggi dei Primi che quest’anno saranno nove e che, come al solito, saranno allestite nelle Taverne della Quintana. Eccoli svelati il Villaggio del Tartufo (Taverna Morlupo); Villaggio degli Gnocchi fatti a mano (presso Taverna Pugili); Villaggio dei Risi mantovani (presso Taverna Croce Bianca); Villaggio dei Primi di Mare presso (Taverna Spada); Villaggio della Carbonara (presso Taverna Contrastanga); Villaggio dell’Amatriciana (presso Taverna Giotti); I Villaggi della Polenta, del Cous cous, della Cucina gluten free (presso Taverna Cassero).

 

Mostre mercato ed esperienze stellate:

La qualità della pasta artigianale italiana, con tan: piccoli e grandi pastifici d’eccellenza, sarà protagonista della Boutique della Pasta in piazza della Repubblica, mentre a Palazzo Trinci spazio a Cooking Show e Food Talk con un appuntamento speciale sabato 25 settembre quando di mattina si terrà il panel “Verità e falsi miti sulla pasta” con esperti, nutrizionisti e produttori innovativi. Spazio poi alle cene con gli chef stellati, Katia Maccari e Gianfranco Pascucci, e la cena speciale “Ispirazioni Gourmet: me5 una sera a cena con chef Paolo Trippini”, ambasciatore del gusto e impegnato da anni nella valorizzazione delle biodiversità locali. Confermata la formula delle Food Experience: alla Taverna del Rione Ammanni: si potrà partecipare a dimostrazioni di cucina interattiva con no: chef e personaggi d’eccezione. Ci saranno anche I Primi Junior con una formula di-gitale coinvolgente.

La rassegna, come ogni anno, si aprirà con un’anteprima che quest’anno, vis: i 700 anni dalla morte di Dante e il forte legame con Foligno del Sommo Poeta, porterà in tavola le ricette della Divina Commedia. Mercoledì 22 settembre, alle ore 18.00, a Palazzo Trinci verrà presentato il libro “La Cucina di Dante e Boccaccio. Saggio storico e ricette ritrovate” (Il Formichiere) scritto e “assaggiato” da Alex Ravelli Sorini, Susanna Cuttini, Francesco Vittorio Rebuffo e Shady Hasbun, e poi tutti a Palazzo Candioti per la “Cena Dantesca” con chef Shady che farà assaggiare ai presenti golosi piatti riportati da Dante nelle tre Cantiche.

 

IL PROGRAMMA IN DETTAGLIO

I VILLAGGI DEI PRIMI:

Pasta, zuppe, riso, polenta, gnocchi, proposte senza glutine, tipicità locali, ma anche innovazione e interpretazioni di grandi chef: un universo di degustazioni di primi piatti serviti con orario no-stop (giovedì 23 sett: 16-23; venerdì 24 e sabato 25 sett: 10-23; domenica 26 sett: 10-22) – nei luoghi più suggestivi del centro storico di Foligno, trasforma: per l’occasione nei “Villaggi dei Primi”. Nei Villaggi del Gusto si possono effettuare degustazioni a € 4,00 e/o € 10,00. I ticket degustazione sa-ranno acquistabili dire>amente presso le casse di ciascun Villaggio: Villaggio del Tartufo presso Ta-verna Morlupo; Villaggio degli Gnocchi fatti a mano presso Taverna Pugili; Villaggio dei Risi manto-vani presso Taverna Croce Bianca; Villaggio dei Primi di mare presso Taverna Spada; Villaggio della Carbonara presso Taverna Contrastanga; Villaggio dell’Amatriciana presso Taverna Giotti, I Villaggi della Polenta, del Cous cous, della Cucina gluten free presso Taverna Cassero.

 

MOSTRE & MERCATI:

Piazza della Repubblica ospiterà l’eccellenza della pasta italiana e sarà sede della BOUTIQUE DELLA PASTA: esposizione e vendita delle migliori paste artigianali di qualità. Nella suggestiva cornice del chiostro di Palazzo Trinci si terranno L’ATELIER DEL GUSTO, esposizione e vendita di eccellenze alimentari e prodotto a marchio protetto, e ODORI & SAPORI, esposizione e vendita di spezie e piante aromatiche. Palazzo Candioti ospiterà invece il MERCATO DELLE TIPICITÀ LOCALI, esposizione e vendita dei prodotti enogastronomici tipici locali, mentre in Piazza Matteotti si terrà BONTA’ ME-DITERRANEE, esposizione e vendita dei prodotti alimentari nazionali tipici. In Piazza Matteotti largo al DRINK SPACE: bevande, birre e cocktail per una dissetante esperienza di gusto tutta da scoprire.

 

FOOD TALK, Palazzo Trinci:

Ingresso libero senza prenotazione

Gli Italiani sono i più grandi consumatori di pasta al mondo (ne consumiamo 23 kg a testa l’anno), ma siamo sicuri di sapere tutto a riguardo? Sapevi per esempio che un piatto di pasta, di sera, non solo non fa ingrassare, ma aiuta ad avere un sonno tranquillo? E che lo stesso piatto di spaghetti, saltato in padella, è meno calorico di uno “scolato e mangiato”? Che grano, riso e altri cereali, oltre a essere la base della nostra salute e della longevità, sono anche tra i cibi più sostenibili? E che dire del gluten free e delle nuove paste di legumi? “Verità e Falsi miti sulla pasta”: scopriamoli insieme, sabato 25 settembre alle ore 11, con l’aiuto di quadro professioniste della nutrizione: la specialista in medicina interna Sara FarneI (@sarafarneI su Instagram), la nutrizionista Sara Olivieri (@iniziolunedì su Instagram) e la produttrice di @Bontasanapasta , una pasta sostenibile e gluten free, Monia Caramma. Modera la giornalista Nina Gigante (Donna Moderna).

 

COOKING SHOW, Palazzo Trinci:

Ingresso libero senza prenotazione

Un ricco calendario di intrattenimento: giornalieri gratuiti all’insegna del gusto e del divertimento. Giovedì 23 si comincia con la foodblogger Rosalinda Ciarletti (ore 16) coniugando gusto e salute al motto di “sano it’s good”, per continuare con Carni Pregiate alla scoperta di una carne poco nota, il bisonte (ore 18). Venerdì 24 si avrà l’occasione di assistere alla preparazione di “un primo piatto da Chef” guida: dagli chef dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani (ore 16), mentre la Federazione Italiana Dettaglianti dell’Alimentazione. Sabato 25 settembre Nikita Sergeev, chef del Ristorante Arcade di Porto San Giorgio, farà sentire “tutto il sapore del mare” (ore 16), mentre lo chef e mattatore televisivo Andy Luotto ci condurrà “fuori dai fornelli (ore 17.30) e Raimondo Mendolia dell’Università dei Sapori di Perugia ci porterà mani e cuore nel mondo della pasta (ore 18). Gran finale domenica 26 con la chef di cucina creativa Annalisa Benedetti e i suoi Ingannapreti (ore 12), con gli Strangozzi al tartufo e funghi della cuoca eugubina Rosita Merli dell’Osteria Il Bottaccione (ore 16) e la perfetta Cacio e pepe dello chef Giuseppe Claudio Fruci.

 

LIBRI DI GUSTO, Palazzo Trinci:

Ingresso libero senza prenotazione

Giovedì 23 alle ore 19.00, Giulio Scarpati e Nora Venturini presenteranno il libro “Buio in sala”

(Mondadori).

Domenica 26 alle ore 18.00, Luca Manfredi presenterà il libro “Un friccico ner core. I 100 volti di mio padre Nino” (Rai Eri).

 

FOOD EXPERIENCE, Taverna Ammaniti:

Ingresso libero, prenotazione obbligatoria: segreteria@eptaeventi.it – tel: 3924031466

Dimostrazioni di cucina interattiva per assistere, so>o la direzione di chef e testimonial d’eccezione, alla realizzazione di un primo piatto o partire per un viaggio di scoperta delle eccellenze enogastronomiche italiane. Al termine di ogni Food Experience, i partecipanti avranno la possibilità si de-gustare la ricetta presentata in abbinamento a un calice di vino, con produttori seleziona: dai no-stri partner “La Strada del Sagrantino” e “la Strada dei Vini del Cantico”.

Giovedì 23, alle ore 16.00, la cucina incontra il benessere guida: dallo chef Raimondo Mendolia dell’Università dei Sapori di Perugia e il nutrizionista Di Tommaso, che insegneranno come trasformare alga spirulina e funghi medicinali in condimenti gourmet e salutari per la pasta, mentre alle 18.00 i giovani cuochi dell’Istituto Alberghiero di Spoleto, come ogni giovedì che si rispetti, insegneranno ai partecipanti a preparare gnocchi e gnudi .

Venerdì 24, alle ore 16.00, si avrà l’occasione imparare a fare la perfetta sfoglia con i cuochi dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani, mentre, alle 18.00, guida: da Pasta De Cecco si potranno scoprire le ragioni di un “metodo d’eccellenza” che si tramanda dal 1886 con lo chef Fabrizio Riva-roli che stupirà i presenti con un piatto di spaghettoni con crema di fave, granella di pistacchi, pomodorini salta: freschi e guanciale croccante.

Sabato 25, alle ore 11.00, i professionisti del PROGETTO I-REXFO spiegheranno come ridurre gli sprechi in cucina, insegnando a comporre menù salvaspreco e svuotafrigo, mentre alle 13.00 sarà la volta della FIDA, la Federazione Italiana Dettaglianti dell’Alimentazione, che ci mostreranno come preparare un Tortello ripieno di ciauscolo con burro nocciola e alloro. Alle 16.30 si andrà alla scoperta della “Pasta senza glutine come dovrebbe essere” con gli amici di Bontasana (pasta gourmet senza glutine) con Monia Caramma, fondatrice, e lo chef Fabrizio Rivaroli. Alle 18.00, spazio al Pastificio Non Solo Pasta da Laila che, tra un piatto di tagliatelle e uno di strozzapreti, ci parlerà di pasta funzionale e benessere in tavola.

Domenica 26 gli appuntamenti saranno tre: alle ore 11.00 “Impariamo a fare la pasta alla sfoglia” con l’APCI (Associazione Professionale Cuochi Italiani), alle 16.30 sarà la volta dei risotti con la Risosteria Mantovana; gran finale con un tris di primi alle ore 18.30 a cura dello chef Marco Faiella dell’APCI.

 

SPECIAL EVENTS, Corte di Palazzo Candiotti:

LE CENE:

Ticket € 40,00; prenotazione obbligatoria: segreteria@eptaeven:.it – tel: 3924031466 Mercoledì 22 settembre, l’Anteprima del Festival è affidata alla CENA DANTESCA, per celebrare il settecentesimo anniversario della morte del Sommo Poeta. Dalle ore 21 con lo chef SHADY che presenterà i piatti tratti dalle ricette della Divina Commedia.

Sabato 25 la Corte di Palazzo Candiotti ospiterà ISPIRAZIONI GOURMET: metti una sera a cena con… Paolo Trippini, ambasciatore del gusto impegnato nella valorizzazione delle biodiversità in cucina, chef del Ristorante Trippini di Civitella del Lago (paolotrippini.it).

I PRIMI DELLA DOMENICA:

Ticket € 25,00; prenotazione obbligatoria: segreteria@eptaeven:.it – tel: 3924031466

Domenica 26 settembre, alle ore 13, il tradizionale pranzo della domenica è affidato a Fabrizio Rivaroli (fabriziorivaroli.it), chef folignate, formatore e docente dell’Università dei Sapori, che guiderà i commensali in un goloso itinerario di scoperta dei primi piatti umbri.

A TAVOLA CON LE STELLE, Palazzo Candio5:

Ticket € 40,00; prenotazione obbligatoria: segreteria@eptaeven:.it – tel: 3924031466.

Chef stella: propongono in degustazione un menu di primi piatti in abbinamento a vini prestigiosi. Un percorso gastronomico d’eccezione per il piacere dei vostri occhi e sopra>u>o del vostro pala-to. L’esperienza, l’estro, la genialità, la sapienza e la capacità delle Stelle dell’alta cucina a portata di tutti. Giovedì 23, ore 21:00, inaugura lo chef Gianfranco Pascucci (una stella Michelin) del Ristorante Pascucci al Porticciolo a Fiumicino (pascuccialporticciolo.com), con la sua cucina di mare: rigorosamente locale, sostenibile, di altissima qualità. Venerdì 24, alle ore 21:00 sarà la volta della chef Katia Maccari (una stella Michelin) del Ristorante I Salotti, Villa Il Patriarca a Chiusi (SI) (ilpatriarca.it), che con passione, estro e competenza tecnica ripropone le tradizioni della campagna senese in piati sempre nuovi e sorprendenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*