Valle Menotre, occorre manutenzione dei fiumi, fossi e territorio

E’ stata infatti più volte rilevata la perdurante situazione di degrado e abbandono

Valle Menotre, occorre manutenzione dei fiumi, fossi e territorio
ph Floriano Innocenzi

Valle Menotre, occorre manutenzione dei fiumi, fossi e territorio

Valle Menotre – La situazione di queste ore ma già la sola bomba d’acqua che la settimana scorsa dalla notte alla prima mattinata ha colpito la zona tra Vescia, Acquabianca, Belfiore e il fiume d’acqua che si è creato lungo la strada trascinando via vari detriti, minacciando i fondi e i pianoterra, hanno  palesato un allarme che stanno lanciando da mesi ormai varie Associazioni del territorio come l’Assemblea della Montagna, l’Ass. Valle del Menotre, la Pro-loco Vescia, Lega Ambiente, come i singoli cittadini con segnalazioni e mail, e alcuni incontri quali l’Assemblea pubblica organizzata il luglio scorso dal Circolo 6 del PD.

E’ stata infatti più volte rilevata la perdurante situazione di degrado e abbandono in cui versano il corso, le sponde del fiume Menotre, le sue diramazioni, regolate da paratie  e costituite da formelle, dalle Cascate di Pale alla confluenza con il fiume Topino, attraversando i paesi di Belfiore e Vescia, nonché del fiume Topino da Pontecentesimo-Acquabianca a Capannaccio attraversando le frazioni di Scanzano e Vescia. Analoga situazione si registra per i fossi e i canali di scolo dalle colline, da Ravignano, Acquabianca, San Vittore, la cui mancata manutenzione determina intasamenti e quindi disagi come il temporaneo allagamento di ieri mattina.

Gli interventi della Bonifica Umbra alcuni mesi fa hanno operato una ripulitura nei pressi del ponte di Scanzano sicuramente importante e benefica.

L’intervento deve però riguardare anche l’area a monte. Occorre evitare, in caso di fitte e prolungate piogge, l’accumulo di materiali trasportati dall’acqua che mettono a rischio la stabilità dei ponti come accaduto prima di Natale a Scanzano o che creano ostacoli al corso delle acque con possibili esondazioni.

Il sopralluogo che alcuni gironi fa ha svolto al Bonificazione Umbra coinvolgendo le associaizoni del territorio lascia ben sperare. Ma l’intervento dovrà riguardare l’intero sistema idrico della vallata del Menotre, con ulteriori e distribuiti sopralluoghi, e progettazioni.

La manutenzione straordinaria va integrata con i progetti finanziati dai fondi europei in atto nel nostro territorio, utilizzando efficientemente ed efficacemente le risorse per la sicurezza e la valorizzazione piena dell’area.

E’ necessario un impegno diretto anche dell’Amministrazione Comunale.

Nelle prossime settimane insieme alle Associazioni del territorio vigileremo coinvolgendo anche consiglieri comunali di opposizione a partire da Luciano Pizzoni a nome della nostra coalizione di centrosinistra

Circolo n.6 “Bassa valle del Menotre e del Roveggiano – Partito Democratico di Foligno – La segretaria Rita Zampolini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*