Diga di Acciano piena: a quando il suo funzionamento?

Diga di Acciano

 
Chiama o scrivi in redazione


Diga di Acciano piena: a quando il suo funzionamento?

Diga di Acciano piena: a quando il suo funzionamento?

La piccola diga di Acciano è finalmente piena grazie alle copiose piogge autunnali ed invernali, tuttavia apprendiamo dai giornali che viene considerata ancora in fase di collaudo.  Vorremmo capire dunque quale sia il futuro di tale opera pubblica sulla quale sono stati investiti nel tempo diversi soldi, ma che dal ‘97 non è più in funzione.

© Protetto da Copyright DMCA

Facciamo questa domanda sia alla politica locale, in particolare al Comune di Nocera come concessionario quindi gestore e manutentore della stessa, che alla politica regionale, di fatto la Regione Umbria ne è la proprietaria.

Nel porre il quesito, essendo il circolo ambientalista che scrive a conoscenza delle lontane e recenti vicende che riguardano la piccola diga in parola, ci sentiamo obbligati a ricordare che:

  • l’acqua presente ora nell’invaso dovrà essere usata per il reintegro del fiume Topino nel successivo periodo di magra annuale (così come da DPR n.1771 del 9/12/1955). Si vedano le immagini della scorsa estate del fiume quasi prosciugato e il conseguente esposto alla Procura della Repubblica presentato da Legambiente Umbria per mancanza di deflusso minimo vitale stabilito dalla legge;

  • la piccola diga non può contenere, come scritto qualche giorno fa nei giornali, 1 milione di metri cubi d’acqua, essendo stata appunto declassata a piccola diga e avendo una portata massima ora di 683.250 metri cubi;

  • Legambiente si era fatta avanti tempo fa con il Comune di Nocera Umbra per un aiuto nella gestione della stessa con intento prettamente ambientale e quindi volto a preservare e tutelare l’area e il suo ecosistema non dimenticando il fine principale dell’invaso e agendo in collaborazione con le istituzioni e le altre associazioni. Siamo a tal proposito ancora in attesa di un riscontro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*