Coldiretti Umbria: si è svolta domenica a Bevagna la Giornata del Ringraziamento

Santa Messa presso la Chiesa di San Michele, con processione offertoriale dei prodotti della terra e benedizione dei mezzi agricoli

Coldiretti Umbria: si è svolta domenica a Bevagna la Giornata del Ringraziamento

Santa Messa presso la Chiesa di San Michele, con processione offertoriale dei prodotti della terra e benedizione dei mezzi agricoli

Si è tenuta domenica scorsa presso la Chiesa di San Michele a Bevagna, la Giornata regionale del Ringraziamento della Coldiretti Umbria per rendere grazie per il raccolto dei campi e chiedere la benedizione sui nuovi lavori.


Da Ufficio Stampa Coldiretti Umbria


La Celebrazione Eucaristica, nel corso della quale sono stati offerti i frutti della terra portati dagli agricoltori e a cui è seguita la tradizionale benedizione dei mezzi agricoli, è stata presieduta da S.E.R. Mons. Renato Boccardo, Arcivescovo di Spoleto – Norcia, alla presenza dei dirigenti e soci della Coldiretti regionale.

Quest’anno, per la 71esima Giornata del Ringraziamento, il tema indicato dai vescovi italiani riguarda gli animali che concorrono alla creazione. Nel Documento della Commissione episcopale c’è un invito a modificare gli stili di vita e di consumo, come richiamato nelle ultime due encicliche di Papa Francesco Laudato si’ e Fratelli tutti, in cui si insiste su un’ecologia integrale. Nel testo dei vescovi pure un riferimento alla pesca e ai pastori e un invito a essere sempre lontani e distanti da ogni realtà legata alla caporalato.

La Giornata del Ringraziamento, tradizionale ricorrenza che dal 1951 viene festeggiata dalla Coldiretti in tutta Italia, rappresenta un momento importante che consente all’Organizzazione agricola di confermare la sua matrice cattolica, basata sulla dottrina sociale della Chiesa e un’attenta riflessione sulla realtà agricola, che da risorsa sociale qual è, ha profonde relazioni con cittadini, consumatori e tutta la comunità del territorio.

Le parole del presidente regionale Coldiretti Albano Agabiti e del direttore Mario Rossi

“Si è trattato di un’occasione di festa ma anche di un’opportunità per dare la giusta considerazione al ruolo dell’imprenditore agricolo, impegnato nell’importante opera di presidio e custodia della terra e a produrre cibo per la collettività”.

“Grazie all’impegno degli agricoltori – aggiunge Agabiti – anche molte aree interne e marginali della nostra regione sono state valorizzate: senza la loro generosa opera sarebbero state abbandonate allo spopolamento e al degrado, con evidenti effetti sia sul versante ambientale che economico-sociale”.

“La Giornata del Ringraziamento – ribadisce Mario Rossi- rappresenta un importante momento di riflessione molto sentito dagli agricoltori e profondamente legato alla storia di Coldiretti, che occorre mantenere vivo e tramandare alle future generazioni”.

“Da sempre il mese di novembre, ed in particolare questo tempo di pandemia – prosegue Rossi – ci consente di rivolgere il nostro Grazie per i frutti ricevuti e per l’avvio della nuova annata agraria; un’occasione anche per riflettere su una “ripartenza” che non può far a meno della strategicità e importanza del settore primario per tutta la collettività”.

Tanti gli agricoltori che con le loro famiglie hanno partecipato all’iniziativa insieme al Presidente e al Direttore di Coldiretti Umbria, Albano Agabiti e Mario Rossi, alla Presidente della Regione Donatella Tesei, al Sindaco di Bevagna, Annarita Falsacappa, all’Assessore comunale al turismo del Comune di Bevagna, Marco Gasparrini, al Senatore Luca Briziarelli, al Sindaco di Giano dell’Umbria Manuel Petruccioli, alla Consigliera regionale Francesca Peppucci e al Presidente di ANBI Umbria Paolo Montioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*