Agosto montefalchese, un’edizione da record con 100 mila presenze

La Corsa dei Bovi è stata vinta dal quartiere di San Fortunato, ma la Fuga del Bove ha avuto un finale a gran sorpresa

Agosto montefalchese, un’edizione da record con 100 mila presenze
Foto: Pier Paolo Metelli

Agosto montefalchese, un’edizione da record con 100 mila presenze

MONTEFALCO  –  Un’edizione record e con finale a sorpresa. E’ arrivato dopo le 1.30 di domenica  20 agosto il verdetto finale della Fuga del Bove, la rievocazione storica che quest’anno ha superato in totale le 100mila presenze con serate che hanno visto il centro storico e la piazza del Comune con un numero di partecipanti mai registrato negli anni precedenti.

Sabato sera 19 agosto c’è stato il gran finale con la Corsa dei Bovi, vinta dal quartiere San Fortunato che ha battuto in finale Sant’Agostino conquistando il palio dell’artista Paolo Maccari.  Padrini della gara erano quattro super ospiti: gli atleti azzurri della squadra italiana di canottaggio alle olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016  Fabio Infimo del RYCC Savoia, Giuseppe Vicino e Matteo Lodo delle Fiamme Gialle e Giovanni Abagnale della Marina Militare.

Nella notte oltre mille persone hanno poi atteso in piazza del Comune l’apertura delle buste con i punteggi delle altre prove della gara degli sbandieratori e dei tamburini che si sono svolte nelle scorse settimane che, sommati ai precedenti, andavano ad assegnare il Falco d’oro.

Il finale è stato a gran sorpresa: i vincitori sono stati ad ex equo addirittura tre, il quartiere San Bartolomeo, Sant’Agostino e San Fortunato che terranno l’ambito Falco d’oro a turno per quattro mesi ciascuno.

Archiviato l’Agosto montefalchese, la città sarà impegnata nelle prossime settimane nell’organizzazione di un altro grande evento: dal 15 al 17 settembre torna un’edizione speciale di Enologica,l’iniziativa organizzata dal Consorzio tutela Vini di Montefalco in collaborazione con il Comune di Montefalco e la Strada del Sagrantino dedicata a turisti e winelover che quest’anno festeggerà una ricorrenza speciale,  i 25 anni della denominazione Docg del vino Sagrantino.  Sarà un programma ricco di appuntamenti che offrirà la possibilità di conoscere tutto quello che ruota intorno al vino di questa terra, e ospiterà  spazi e approfondimenti riservati agli addetti ai lavori, agli appassionati ed alla stampa.

“E’ stato un anno unico, da numeri record – ha ricordato il sindaco Donatella Tesei – iniziato con la mostra di “Antoniazzo romano e Montefalco”, proseguita con la Tappa del Giro d’Italia “Crono del Sagrantino” e l’Agosto montefalchese e si proseguirà con una edizione speciale di Enologica, il  più grande evento dedicato al Sagrantino”.

Ha affermato Daniela Settimi, assessore al turismo e alle manifestazioni: “Al termine di questa edizione dell’Agosto montefalchese possiamo ritenerci pienamente soddisfatti per i risultati ottenuti, con tantissima affluenza di pubblico che abbiamo gestito in maniera eccellente. Segno che la squadra organizzativa ha dato il massimo anche quest’anno per la migliore organizzazione di ogni minimo particolare. Colgo l’occasione per ringraziare il vicesindaco Luigi Titta e tutti  i miei collaboratori con cui ho lavorato in questi giorni”.

Paolo Felicetti, presidente dell’Ente Fuga del Bove, ha aggiunto: “E’ stata un’edizione speciale della Fuga del Bove che quest’anno compie 45 anni. Mi ritrovo a rappresentare i quartieri che ringrazio perché sono la forza trainante di questa manifestazione”.

Molti apprezzamenti sula manifestazione sono arrivati anche dai quattro atleti della squadra italiana di canottaggio alle olimpiadi di Rio de Janeiro, ospiti della serata.  “Siamo stati adottati dall’Umbria – ha detto Fabio Infimo –  perché siamo ad allenarci con la squadra a Piediluco tutto l’anno”,  mentre Giuseppe Vicino ha aggiunto: “non ho mai partecipato ad un evento del genere, è bellissimo”.  Giovanni Abagnale ha ricordato quando è nata la sua passione per il canottaggio, mentre Matteo Lodo ha aggiunto: “Sono contento di stare qui a Montefalco, abbiamo mangiato benissimo, spero ci siano altre occasioni per tornare qui”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*