Furti in abitazione a Foligno, denunciate due donne di etnia rom

Sulla vicenda proseguono le indagini degli investigatori del Commissariato

Furti in abitazione a Foligno, denunciate due donne di etnia rom

Furti in abitazione a Foligno, denunciate due donne di etnia rom

FOLIGNO – Nel pomeriggio di domenica 1 ottobre, gli agenti del Commissariato di della Polizia di Foligno, diretti dal Vice Questore Aggiunto Bruno Antonini, hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato ed alla denuncia di 2 donne, di etnia rom, nella flagranza del reato di furto in abitazione. La pattuglia ha operato in una via della periferia cittadina a seguito di richiesta di aiuto da parte di un cittadino.

Immediato l’intervento degli Agenti che hanno visto uscire dall’abitazione segnalata due giovani donne che si sono date alla fuga, inseguite e raggiunte dalla Polizia che ha proceduto al loro accompagnamento al Commissariato di Polizia di Stato.

Da notizie ricevute da vittime e testimoni, è emerso che le giovani si erano rese responsabili di almeno due furti, in due distinte abitazioni dalle quali sono stati asportati alcuni monili in argento e oro nel primo caso e diversi preziosi in oro e orologi nel secondo, refurtiva per un valore totale stimato di circa 1.200,00 euro, tutta restituita ai legittimi proprietari.

Le autrici dei furti sono J.A. di anni 22 e J.A. (*) minorenne, alle quali è stato contestato il reato di furto in abitazione in concorso. Nei confronti della prima è stato operato l’arresto e su disposizione del PM di turno alla Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Spoleto, è stata accompagnata presso una comunità dove dovrà restare in attesa dell’udienza di convalida, prevista per la giornata odierna nelle aule del Tribunale di Spoleto.

Nei confronti della minorenne è invece scattata la denuncia in stato di libertà e, come disposto dal Procuratore della Repubblica del Tribunale per i Minorenni di Perugia, il suo affidamento ad una comunità. Sulla vicenda proseguono le indagini degli investigatori del Commissariato per appurare il possibile coinvolgimento delle due donne in altri furti commessi in zona.

(* stesse iniziali – n.d.a.)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*